Guide

Basilica di Santa Maria Maggiore

La basilica di Santa Maria Maggiore a Roma è una chiesa realizzata e consacrata nel V secolo. Ad oggi, ha una facciata davvero molto imponente in stile paleocristiano barocco. Realizzata dall’architetto Ferdinando Fuga è ancora oggi un gioiello architettonico imperdibile per chi vuole visitare la città eterna. Questa struttura si trova in piazza dell’Esquilino nell’area del Rione Monti ed è un gioiello architettonico da non perdere. Viene anche chiamata basilica di Santa Maria Maggiore, che una delle quattro basiliche papali di Roma e però, è l’unica che ha conservato la sua struttura paleocristiana primitiva.

La leggenda sulla basilica di Santa Maria Maggiore

Secondo la leggenda la basilica di Santa Maria Maggiore è legata ad una tradizione molto particolare. Secondo la storia, un ricco patrizio romano insieme a sua moglie, poichè non avevano figli, avevano deciso di dedicare la chiesa alla Vergine Maria che gli era apparsa in sogno nel 350 dopo Cristo. La Madonna informò che dopo il miracolo ottenuto, avrebbero dovuto realizzare questo posto di culto. Anche Papa Liberio fece lo stesso sogno, quindi traccia il perimetro dell’edificio e la Chiesa fu costruita a spese dei due Patrizi. Ad oggi, il cosiddetto miracolo della Neve viene revocato ogni 5 agosto e dal campanile della Basilica vengono liberati dei petali bianchi per produrre un effetto successivo legato a questa struttura.

Il museo

Il museo che si trova vicino alla basilica di Santa Maria Maggiore, ospita un presepe della storia, il primo in assoluto, ovvero la natività di Arnolfo di Cambio. Questa struttura, è stata modificata molto nel corso degli anni, ma ancora la sua sostanziale conformazione paleocristiana e questo lo rende uno speciale. Fu soltanto all’inizio del XVII secolo che furono erette le cappelle laterali detto il cappella Paolina Cappella Sistina e il palazzo poi a destra della facciata fu fatto successivamente.