Guide

Complesso del Buon Pastore

Il complesso del Buon Pastore a Roma è una struttura che fu costruita tra il 1929 ed il 1943 ed è caratterizzata da uno stile eclettico. Si trova in via Bravetta 383 del Municipio di Roma 12. Si tratta di un complesso edilizio maestoso, che ricade nella riserva naturale della Valle dei Casali a Roma. Questa struttura, progettata da Armando Brasini, fu inaugurata nel 1933 prima di una modifica avvenuta 10 anni dopo. Il complesso originariamente doveva ospitare la Casa Provinciale della Congregazione delle Suore di nostra signora della Carità del Buon Pastore di Augiere. Successivamente poi ha ospitato un ospedale e dopo un sanatorio militare. Dall’inizio degli anni 70, invece, ospita degli istituti scolastici.

La struttura del complesso del Buon Pastore

Il complesso del Buon Pastore può essere considerato come una Cittadella Santa o una sorta di Gerusalemme Celeste che è ispirato all’architettura rinascimentale e medievale a quella barocca. In pratica lo stesso architetto che ha realizzato la chiesa del Sacro Cuore Immacolato di Maria a Roma e il ponte Flaminio. La struttura è di circa 12000 metri quadri con una serie di costruzioni che si trovano all’interno. Infatti ha un ampio cortile e dei portici, oltre ad una serie di edifici tra cui si erge una chiesa maestosa.

L’utilizzo del complesso del Buon Pastore a Roma

Il noto complesso del Buon Pastore a Roma è diventato dal 1969 una scuola. In particolare, è ad oggi sede dell’Istituto di Istruzione Superiore “Via Silvestri 301”. In merito alla storia di questa struttura, degli studenti hanno dato il via ad una ricerca storiografica e artistica complessa, relativa a tutto il territorio e a quello che tale struttura poteva presentare in quel periodo. Si tratta di un’opera davvero molto grande e che durante la Seconda Guerra Mondiale, fu utilizzata come ospedale. Solo alla fine del conflitto mondiale fu gestita dai soldati americani come sanatorio militare.