Guide

Fonte di Anna Perenna

La fonte di Anna Perenna è una struttura risalente al IV secolo avanti Cristo che si trova a Roma, in via Guidobaldo del Monte 4 B. Questa fonte è stata rinvenuta nel 1999 durante gli scavi per un parcheggio tra via Dalmonte e piazza Euclide nel quartiere Parioli. Tale fonte risale al IV secolo avanti Cristo e fu utilizzata almeno fino al sesto secolo dopo Cristo. Rientra tra le strutture che si rifanno al culto di Anna Perenna un’antica divinità festeggiata nel capodanno romano. Il capodanno romano cadeva a marzo, così come nel testo “I Fasti” ha raccontato Ovidio.

La storia della Fonte di Anna Perenna

La fonte di Anna Perenna risale come già detto al IV secolo avanti Cristo. All’interno dello scavo furono ritrovati vari oggetti utilizzati per i riti religiosi e le pratiche magiche nel corso del capodanno romano. Infatti, i Romani utilizzavano contenitori di piombo con figurine antropomorfe, laminette in piombo che includevano delle maledizioni, diverse monete, lucerne ed un pentolone di rame. Tutte questi oggetti sono attualmente conservati nella sezione epigrafica del Museo nazionale romano che si trova nelle Terme di Diocleziano. Per visitare la fontana, bisogna seguire tutto un percorso che inizia dalla grotta alle pendici dei Monti Parioli.

Quando visitare la fontana

È possibile visitare la fontana nel secondo, nel terzo e nel quarto fine settimana del mese con il titolo da raggiungere solo su prenotazione obbligatoria. Oltre alla struttura stessa e al percorso ricavato, è possibile anche conoscere al meglio quali erano i rituali magici dei romani praticati a ridosso della Fonte. Infatti, furono trovate delle vere e proprie bambole voodoo che testimoniano come la religione Romana era molto mescolata con la magia. A ridosso della Fonte di Anna Perenna, si trovavano delle vere e proprie maghe professioniste che supportavano i cittadini che chiedevano specifici riti alle esperte.