Il buco della serratura della villa del Priorato di Malta

La Cupola di San Pietro è il simbolo di Roma per eccellenza e può essere vista da vari angoli della città, nelle prospettive più disparate. Ma vi è una zona a pochi passi dal Lungotevere Aventino verso il Giardino degli Aranci dove è possibile vedere una prospettiva della Cupola davvero inaspettata. Infatti, si può spiare dal buco della serratura della villa del Priorato di Malta, l’immagine della Cupola. Sarebbe sorprendente, per un turista sbirciare questo punto di vista inaspettato. E’ una perla da conoscere e da mostrare a chi visita per la prima volta la città eterna.

La storia del buco della serratura della villa del Priorato di Malta

Molti si chiedono se il buco della serratura della villa del Priorato di Malta sia un caso che affacci proprio sul Cupolone. Nel 1765 fu Piranesi a realizzare, su richiesta del Cardinal Rezzonico, l’ingresso della villa. Fu creata questa struttura in stile Rococò che affacciava sulla Cupola in modo spettacolare. Non è certo se si sia trattato di un caso oppure se effettivamente questa prospettiva sia stata ricercata con cura dall’artista. Quello che è certo è che all’interno della serratura c’è una veduta emozionante della Cupola di San Pietro in una prospettiva diversa e nuova, tutto circondata dalle siepe del Giardino del Priorato di Malta.

Quando guardare il Cupolone dal buco della serratura

Chi vuole guardare la Cupola di San Pietro dalla serratura, dovrebbe scegliere come momento migliore il tramonto. Infatti, spiare dal buco della serratura della villa del Priorato di Malta la Cupola di San Pietro, crea un’atmosfera particolare ben lontana dal trambusto della capitale. Chi invece vuole visitare la villa del Priorato di Malta con i suoi Giardini settecenteschi, può prenotare con un po’ di anticipo la visita e non resterà deluso dalla bellezza di questo giardino. Il modo ideale per raggiungere la Villa è utilizzare la linea B della metropolitana e fermarsi al Circo Massimo. Una volta raggiunta la fermata bisognerà camminare per circa un chilometro verso il Viale degli Aranci.