Le statue parlanti di Roma

Molti non conoscono la tradizione delle statue parlanti di Roma. Sono legate ad una tradizione che viene tramandata dalla gente di Roma. Questa storia si rifà ai tempi in cui Roma era governata dai Papi. Il pontefice esercitava sulla città un potere creando problemi e impartendo leggi alla classe politica e ai cittadini. A partire dal XVI secolo, infatti durante la notte venivano appesi vicino alcune strade di Roma di cartelli satirici. In genere, erano le statue che si trovavano nei posti più frequentati e più noti della città. Questi cartelli avevano come scopo quello di farsi leggere da molte persone per criticare ad esempio, il potere della Chiesa. Ma non solo! Talvolta erano semplicemente umoristici!

La tradizione delle statue parlanti

La tradizione delle statue parlanti si dice risalga a quando Roma era governata dai Papi. Addirittura, vi erano cartelli satirici, altri di tipo umoritisco e talvolta, venivano affisse alle statue anche delle poesie. In generale, le statue parlanti di Roma erano molto amate dal popolo che ad un certo punto decisero di dare a questi busti anche dei nomi. Una delle più importanti è la statua di Pasquino che si trova in Piazza Pasquino vicino Piazza Navona. A questo mezzo busto maschile del III secolo avanti Cristo venivano affissi fogli satirici molto divertenti durante la notte.

I nomi delle statue parlanti di Roma

Tra altre statue parlanti di Roma famose vi era la statua di Marforio. Era una struttura in marmo che rappresenta il Dio Nettuno ed è una di quelle più conosciute. Poi vi era la statua Madama Lucrezia, un busto in Piazza Venezia vicino anche alla Basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio. Questa statua era diventata una delle più note statue parlanti di Roma. Inoltre, vi era la statua Abate Luigi sul muro laterale della Basilica di Sant’Andrea della Valle Roma e la statua Babbuino che si trovava invece in via del Babbuino a Roma. Infine un’altra delle statue parlanti di Roma era la statua del facchino che si trova attualmente nei pressi di piazza Venezia vicino al palazzo del Banco di Roma.