Musei Vaticani: cosa vedere e come arrivare

I Musei Vaticani sono una delle attrazioni più visitate dai turisti che giungono a Roma. Come si può notare, il nome di questo luogo è al plurale perché al suo interno sono presenti differenti collezioni, che riguardano sculture, ma non solo.

I Musei Vaticani sono ubicati in Viale Vaticano, 6, che possono essere raggiunti in modi differenti: sia con la metro A, autobus o anche tram e taxi.

Per conoscere tutte le particolarità di Roma, le attrazioni, gli eventi, le guide, continua la navigazione sul sito Romaeasy365.com. Qui troverai tutte le informazioni necessarie.

Musei Vaticani: cosa vedere

I Musei Vaticani sono stati fondati dal 1506 da Papa Giulio II, ma furono aperti al pubblico solamente nel 1771, per volere di Papa Clemente XIV. Al loro esterno si può vedere tutti i giorni una fila chilometrica di turisti che desiderano di entrare.

Il motivo di questa folla risiede nel fatto che all’interno dei Musei Vaticani sono presenti pezzi d’arte appartenenti a collezioni importantissime. Prima di tutto si può visitare la Cappella Sistina, ma non solo. Al loro interno è presente anche la Pinacoteca Vaticana, la Collezione d’arte religiosa moderna, il Museo Pio-Clementino, il Museo gregoriano egizio, il Museo pio cristiano, il Museo filatelico e numismatico, i Musei della biblioteca Apostolica Vaticana.

I Musei Vaticani: come arrivarci

È possibile raggiungere i Musei Vaticani recandosi in Viale Vaticano, 6 sia con i mezzi pubblici sia con mezzi privati. Per quanto riguarda i primi, è possibile arrivare con il tram 19 oppure anche con la metro A, scendendo alla fermata Ottaviano o anche Cipro.

In alternativa si può scendere con il bus 49 proprio lì davanti all’entrata dei Musei, o arrivarci tramite i bus 492, 982, 990, 81, 32.

È possibile anche arrivarci tramite mezzo di proprietà o in taxi. Molti turisti preferiscono scendere con i bus a Piazza Risorgimento, che dista veramente pochissimo dall’entrata dei Musei Vaticani.

fonte immagine

I commenti sono chiusi.