Scopri Roma

News, eventi, guide utili
Nasoni di Roma

Nasoni di Roma

Avete mai sentito parlare dei Nasoni di Roma? I nasoni, ovvero le Fontanelle di Roma, esistono nella città in un numero enorme. Parliamo di almeno 2000 esemplari. Si tratta di fontanelle dalla forma cilindrica particolare che sono state installate in varie strade e piazze della città. Generalmente, sono realizzate in ghisa, ma ci sono anche dei modelli che risalgono al 1872 che invece hanno la forma di drago. Ciò vale ad esempio per la fontanella che si trova in via della Cordonata. Ci sono inoltre, dei modelli in travertino. Distribuiscono acqua potabile da parte della Acea. Solo nel centro storico vi sono circa 200 Nasoni. Si trovano anche alcune tipologie di Fontanelle artistiche da cui sgorga acqua potabile.

La particolarità dei Nasoni di Roma

Uno dei Nasoni di Roma più belli è quello che si trova in via della Fontanella di Villa Borghese. Si tratta di una particolare Fontana incassata nel muro. La società Acea che si occupa della gestione delle risorse idriche Romane, cura questo patrimonio sociale, storico e culturale conosciuto in tutto il mondo. Inoltre, i Nasoni di Roma permettono di bere gratuitamente con una campagna di promozione sponsorizzata dal XIII e XV Comune di Roma, dalla regione Lazio e dalla provincia di Roma. L’obiettivo è quello di distribuire acqua potabile cercando di ridurre l’inquinamento da plastica.

La mappa dei Nasoni

Esiste ad oggi una vera e propria mappa dei Nasoni di Roma. Infatti, si chiama Water Map che permette di trovare le fontane che forniscono acqua potabile in tutte le aree cittadine ed a ridosso di attrazioni e musei. È possibile scaricarla in PDF con un semplice click sul sito dedicato watermap.it. Nelle principali località turistiche, si trovano le mappe anche stampate e distribuite in maniera gratuita su carta ecologica. Rispetto agli attuali Nasoni di Roma, vi erano anche dei progenitori, ovvero dei cilindri di ghisa messi dopo l’Unità d’Italia. Però ora se ne trovano solo 3: uno in via delle Tre Cannelle, uno in via San Teodoro ed uno in piazza del Pantheon.

Related Posts