Guide

Piazza Farnese

Piazza Farnese è una piazza di Roma molto caratteristica, ma poco conosciuta dai circuiti turistici per vie ufficiali. La piazza viene conosciuta così dal nome del Palazzo Farnese che si trova proprio contiguo allo spazio. Fu costruito dal Cardinale Alessandro Francese che commissionò l’intero lavoro ad Antonio da Sangallo il Giovane, Jacopo Barozzi detto il Vignola e Michelangelo Buonarroti, insieme a Giacomo Della Porta. La piazza fu chiamata, così quando il cardinale comprò le case del Cardinal Ferries, in modo tale da realizzare questo spazio antistante la sua dimora. Il risultato è ancora oggi un gioiello architettonico fascinoso della capitale.

La storia della Piazza Farnese

Piazza Farnese ha iniziato la sua storia insieme al cardinale Farnese. In un determinato periodo della sua realizzazione fu chiamata Piazza del Duca. Ciò avvenne quando Pier Luigi Farnese, Duca di Parma, abitò in quella zona. Poi successivamente fu chiamata anche Piazza di Napoli quando i Borboni vi abitarono. I Borboni occuparono il palazzo fino all’inizio ‘500. Nel 1514 il palazzo fu realizzato con i disegni di Antonio da Sangallo il Giovane e furono continuati da Michelangelo Buonarroti che completò l’intera struttura puntata oggi, si tratta di uno spazio davvero imponente. Nel 1545 la piazza più pavimentata con dei mattoni e poi furono creati con due bagni di granito egiziano che è ancora possibile vedere oggi nelle due fontane che caratterizzano questo spazio. Sono assolutamente due gioielli scultorei.

Visitare la storica Piazza Farnese

Per visitare la Piazza Farnese, basta recarsi nello spazio compreso tra via dei Farnesi e via del Mascherone dove si potrà ammirare la bellezza di questo posto. In più, sempre a pochi passi dalla fontana di Campo dei Fiori, si potrà godere dello spazio tra ristorantini e negozi. Lì vicino, è anche possibile trascorrere un po’ di tempo presso il lungo fiume dei Tebaldi.