Guide

Regina viarum e Quo vadis?

In via Appia Antica considerata fin dall’antichità la “Regina di tutte le strade”, Regina Viarum, è possibile trovare tutto il fascino del sapore antico. Viene chiamata la Regina Viarum, ovvero la strada regina per eccellenza proprio per questo. In questa strada transitavano continuamente commercianti, contadini, ma anche Nobili alla scoperta delle bellezze di Roma. Il suo percorso inizia quando è stata realizzata dal censore Appio Claudio Cieco nel 312 avanti Cristo. È nata per trasportare pellegrini, soldati, merce, carri a sud di Roma. In questa strada, si può respirare la storia di Roma.

In primis, si trovano tante tombe romane molto antiche, come quelle all’interno della villa privata dell‘imperatore Massenzio e si cammina sulle catacombe cristiane.

Regina viarum e Quo Vadis, la leggenda

Sull’antica strada Appia si trova la chiesa del Domine Quo Vadis che è una delle principali chiese che si trova a 800 metri dopo la Porta San Sebastiano. Di origine medievale, questa chiesa in realtà fu costruito nel 1600 e prende il nome da una nota leggenda. Secondo questa storia, Pietro stava scappando nella città per evitare il martirio. Vide Gesù che gli dice Domine Quo Vadis? Il Signore gli risponde che veniva a Roma a farsi crocifiggere di nuovo. Nella chiesa vi è, a testimonianza di questa leggenda una lastra di marmo, in cui sarebbero impresse le impronte dei piedi di Gesù Cristo.

La storia di Roma sulla via Appia

Sono molti gli artisti che hanno passeggiato sulla Regina Viarum, ovvero l’Antica via Appia. Come lo stesso Johann Wolfgang Goethe ha spiegato, si intrecciano elementi dell’intera storia di Roma e possono essere scoperte tutte le sue bellezze. La regina viarum, insieme alla chiesa Quo Vadis, rappresenta un pezzo della città eterna in cui forse si sente sempre di più la storia antica di Roma capitale e della sua maestosità.