Guide

Villa Torlonia

Avete mai sentito parlare di Villa Torlonia? Si tratta di una villa nobiliare Romana che è circondata da un grande giardino ed è ancora oggi aperta alle visite. Questa struttura è caratterizzata da una storia tortuosa e altrettanto interessante. Si trova in via Nomentana, ma è anche possibile accedere in maniera totalmente gratuita da via Spallanzani e via Siracusa. È possibile visitarla tutti i giorni dall’alba al tramonto. Fu realizzata dal genio dell’architetto Giuseppe Valadier.

La storia della villa nobiliare

Villa Torlonia fu realizzata alla fine del 1700 quando Giovanni Torlonia, una volta divenuto Marchese, ha acquisto una struttura già esistente, ovvero Villa Colonna sulla Nomentana. L’architetto Valadier fu incaricato di sistemare la tenuta in modo tale da rendere questa struttura come una vera e propria Villa principesca. L’edificio poco veramente ristrutturato e oltre al casinò nobile, fu rifatta anche la Scuderia reale un ingresso maestoso, attualmente demolito. Quando Giovanni Torlonia morì, suo figlio diede l’incarico nel 1832 Giovan Battista Caretti. L’obiettivo era quello di ampliare i vecchi edifici e fu realizzato all’interno del parco una serie di strutture come la tribuna con fontana, l’anfiteatro, la cappella Sant’Alessandro, i falsi ruderi ed il tempio di Saturno.

La bellezza di Villa Torlonia e i suoi musei

Con il gusto eclettico che si è sviluppato con l’opera di ristrutturazione, la struttura è emersa completamente rinnovata. Oggi ospita dei musei molto interessanti, come ad esempio lo stesso teatro aperto al pubblico nel 2013. Assolutamente da vedere anche il museo della scuola romana, il percorso per il Casinò Nobile, lo stesso Casinò Nobile, il Casinò dei principi e la collezione degli Artisti all’interno del parco. Il parco è un museo a cielo aperto, parliamo di circa 132 mila metri quadri con una storia molto ricca da un punto di vista sociale, naturalistico e storico.